Open/Close Menu IO SONO LA VIA LA VERITA' E LA VITA Giov. 14:6

Chi ricevette lo spirito santo sotto forma di lingue di fuoco?

120

Molti credono che alla pentecoste, lo spirito sotto forma di lingue di fuoco, scese su circa 120 persone.  La scrittura che fa pensare questo é Atti 1: 15 che dice:

“In quei giorni Pietro si alzo in mezzo ai fratelli. Il numero delle persone radunate era di circa 120.”

Diverse bibbie, usano mettere un sottotitolo ogni volta che si cambia argomento oppure giorno, in maniera cronologica.

In questo caso la suddivisione ê la seguente:

Ascensione di Yahshua : cap 1 dal versetto 3 al 14.

Elezione del dodicesimo apostoloDal 15 al 25 versetto

La prima comunità, la Pentecoste e il discorso di Pietro : Cap 2.

Cosa accadde poco prima dell’ascensione di Yahshua?

Il verso 2 del cap 1 dice che ” dopo aver dato ISTRUZIONE AGLI APOSTOLI CHE SI ERA SCELTI nello spirito santo, egli fu assunto in cielo.

QUALI FURONO LE ISTRUZIONI?

Atti 1: 4, 5 dice:

Mantre si trovava a tavola CON ESSI, ORDINO LORO DI NON ALLONTANARSI  da Gerusalemme, ma di attendere che si adempisse la promessa del Padre  quella che VOI udiste da me; Giovanni ha battezzato con acqua, VOI invece sarete battezzati in spirito santo, tra non molti giorni.

Verso 8:  avrete forza dallo Spirito Santo che scenderà SU DI VOI e MI SARETE TESTIMONI a Gerusalemme…

11 Yahshua sale al cielo

12 ALLORA ritornarono a Gerusalemme dal monte detto degli ulivi, che é vicino a Gerusalemme quanto il cammino permesso in un sabato ( una giornata).

Entrati in citta salirono al piano superiore dove abitavano.

C erano Pietro e Giovanni, Giacomo e Andrea, Filippo e Tommaso, Bartolomeo e Matteo, Giacomo di Alfeo e Simone lo zelo e Giuda di Giacomo. ( in 11)

Tutti questi erano assidui e concordi nella preghiera, insieme ad alcune donne e con Maria, la madre di Gesu e con i fratelli di lui.

FINE DEL RACCONTO

Elezione del 12 apostolo

Cap 1: 15 in poi : In quei giorni,  Pietro si alzo in mezzo ai fratelli, il numero delle persone radunate era circa 120 e disse:

FRATELLI, UOMINI, era necessario che si adempisse ….

( dovendo scegliere il 12 apostolo in sostituzione di Giuda, ci sono solo UOMINI )

Verso 21 : bisogna dunque che TRA coloro che ci furono compagni per tutto il tempo in cui il Signore ha vissuto con noi…..UNO divenga insieme a noi, testimone della sua risurrezione.

Ne furono proposti due. Giuseppe detto Barsabba e Mattia.

La sorte cadde su Mattia che fu associato agli 11 apostoli.

(non si accenna a quale giorno fosse, pare una giornata qualunque, in quei giorni dice il v.15)

FINE DEL RACCONTO

Cap 2 : LA PRIMA COMUNITA

Pentecoste

Discorso di Pietro.

Mentre il giorno di pentecoste stava per finire,

( quale giorno? Quello in cui fu scelto Mattia o un giorno diverso?

Il sottotitolo indica un giorno nuovo e un nuovo avvenimento in ordine cronologico)

Si trovarono tutti insieme nello stesso luogo. ( i 12 o i 120? )

Venne all’ improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempi tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue di fuoco…furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in lingue.

5 si trovavano allora in Gerusalemme, Giudei osservanti di ogni nazione ..

6 venuto quel fragore, la folla si raduno e rimase sbigottita perche ciascuno li sentiva parlare la propria lingua. Stupefatti chiedono: costoro che parlano non sono tutti galilei? ……………12 stupiti e perplessi chiedono: cosa significa questo? Altri invece li deridevano dicendo: “si sono ubriacati di mosto”

14 ALLORA PIETRO, LEVATOSI IN PIEDI CON GLI 11 ( non 120) parló a voce alta cosi:

Questi uomini non sono ubriachi, ma sta accadendo ciò che predisse il profeta Gioele:

Negli ultimi giorni, dice il Signore, io effendero il mio spirito sopra ogni persona, i vs figli e vs figlie profeteranno, i vostri giovani avranno visioni e i vostri anziani faranno dei sogni.

E anche sui miei servi e serve effondero il mio spirito ed essi profeteranno.

Faro prodigi in alto nel cielo e segni in basso sulla terra, sangue fuoco e nuvole di fumo.

Il sole si muterà in tenebra e la luna in sangue prima che venga il giorno del Signore. Giorno grande e splendido.

Allora chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato.

( cio che fu predetto da Giole, non si adempi completamente ai giorni degli apostoli. Nessun scrittore biblico ha mai raccontato di sangue fuoco e nuvole di fumo, ne sole in tenebre e luna in sangue)

33 dopo aver ricevuto dal Padre lo spirito santo che egli aveva promesso, lo ha effuso come voi stessi potete vedere e udire.

37 all’udir tutto questo si sentirono trafiggere il cuore e dissero a PIETRO E AGLI APOSTOLI: che cosa dobbiamo fare fratelli?

Pietro disse: pentitevi e battezzatevi nel nome di Cristo per la remissione dei vs peccati, DOPO riceverete il dono dello spirito santo.

Per voi infatti é la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani…..quel giorno si unirono tremila persone.

43 un senso di timore era in tutti, e PRODIGI E SEGNI AVVENIVANO PER OPERA DEGLI APOSTOLI

Dopo questa veloce panoramica sui fatti descritti nella Bibbia, la domanda è questa: Furono i 120 delegati maschi (At 1,15s), che elessero Mattia, a essere rivestiti dall’Alto di Spirito Santo, oppure soltanto i dodici apostoli del Signore?

Gli eventi della Pentecoste rappresentavano, oltre alla manifestazione storica dello Spirito Santo, l’investitura ufficiale dei dodici apostoli del Signore come prosecutori dell’opera del Messia e suoi rappresentanti ufficiali. Era stato comandato solo a loro da Yahshua che non dovevano allontanarsi da Gerusalemme e che dovevano aspettare tale evento particolare. Si noti che in Atti 1 furono nominati gli apostoli prima da soli (1a scena), poi con le donne e i fratelli di Gesù (2a scena), e infine con un numero complessivo di soli fratelli, ossia di 120 uomini (3a scena); in Atti 2, invece, si trattava di una riunione speciale dei soli apostoli, tant’è che solo loro furono nominati (v. 7 Galilei; 14 Pietro e gli Undici).  Luca terminò Atti 1,26 menzionando gli apostoli e cominciò subito dopo, continuando a parlare solo di loro, accentuando in loro proposito che essi «tutti erano insieme nel medesimo luogo» (2,1).

Nel capitolo non menzionò nessun altro credente, ma solo gli apostoli, ossia Pietro e gli altri undici apostoli. Solo di questi si tratta qui e di nessun altro (vv. 14.37). Si trattata solo di Galilei (v. 7), i quali erano riconosciuti per le loro particolarità culturali e linguistiche, così com’erano tutti i discepoli di Gesù (Mt 26,69s Pietro; At 1,11 uomini Galilei). È inverosimile che, se ci fossero stati lì altri credenti (molti di loro erano di Gerusalemme e dintorni), sarebbero stati indicati tutti come «Galilei»; sarebbe stato come indicare tutti i credenti presenti a Roma come di un unica parte dell’Italia!

Fu di loro soltanto che Luca disse: «Tutti furono ripieni dello Spirito Santo» (At 2,4). Da tale investitura dall’Alto in poi, gli apostoli divennero il cuore e l’autorità dell’ekklesia nascente (vv. 42s). Esiste un diretto parallelo fra la consacrazione di Gesù e dei suoi dodici apostoli. In ambedue i casi si trattava di una investitura speciale dall’Alto

Riguardo a Gesù è scritto: «E Gesù, appena che fu battezzato, salì fuor dell’acqua; ed ecco i cieli s’apersero, ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire sopra lui. Allora Gesù fu condotto dallo Spirito…» (Mt 3,16-4,1; cfr. Gv 1,32s).
L’avvento dello Spirito Santo su Yahshua in senso ministeriale, trasformò Colui, che aveva vissuto come un «normale» Galileo, nel Messia.
Riguardo agli apostoli è scritto: «E di subito si fece dal cielo un suono come di vento impetuoso che soffia, ed esso riempì tutta la casa dov’essi sedevano. E apparvero loro delle lingue come di fuoco che si dividevano, e se ne posò una su ciascuno di loro. E tutti furono ripieni dello Spirito Santo…» (At 2,1-4).
L’avvento dello Spirito Santo sugli apostoli in senso ministeriale, trasformo questi normali Galilei nei servi del Messia.

Ciò trova un parallelo nell’incontro, che Mosè fece con la manifestazione dell’Eterno, il quale l’investì del compito d’essere guida d’Israele (Es 3); similmente ciò avvenne anche nell’incontro di Giosuè con Dio, prima di marciare contro Gerico (Gs 5,13ss; cfr. 1,1ss). Similmente avvenne poi a Saulo, che fu dapprima chiamato sulla via di Damasco (At 9,5; vv. 15s intenzione) e poi potenziato per il ministero (v. 17 ripieno dello Spirito Santo).

Riassumendo: Il giorno di Pentecoste, chi erano coloro, che furono riempiti di Spirito e parlarono in lingue conosciute ai Giudei della diaspora? Luca, riportando le parole di questi ultimi, li identificò solo come Galilei (At 2,7). È inverosimile che, se ci fossero stati lì 120 credenti maschi, sarebbero stati indicati tutti come «Galilei»!

Abbiamo visto che nella seconda scena (At 1,12ss) c’erano in massima parte donne, oltre ai fratelli carnali di Gesù. È vero che a seguire Gesù, durante il suo ministero, c’erano molte donne galilee (Mt 27,55; Lc 23,49.55), ma è difficile che fossero tutte Galilee, se si pensa, ad esempio, che le Giudee Marta e Maria abitavano a Betania, appena poco distante da Gerusalemme (Gv 11,1.19), ed esse erano molto legate a Yahshua (vv. 2s; Lc 10,38ss).

Nella terza scena (At 1,12-26), poi, furono menzionati 120 credenti maschi, radunati con gli apostoli. Negli Evangeli sono menzionati diversi credenti maschi provenienti dalla Giudea (p.es. Giuseppe di Arimatea, Mt 27,57; Gv 19,38; i due discepoli di Emmaus, Lc 24,13; Zaccheo di Gerico, Lc 19; un simpatizzante di Gesù in Betfage, Mt 21,1) e da Gerusalemme (p.es. Nicodemo, Gv 19,39s). Non si poteva certo chiamarli «Galilei».

Diversamente, gli angeli si riferirono agli apostoli chiamandoli «uomini galilei» (At 1,2.11). In Atti 2,7 si trattava allo stesso modo di Galilei maschi, ciò escludeva le donne; oltre al fatto che di Galilee non ne furono menzionate (nella Bibbia non esiste neppure il termine specifico), si aggiunga che per i Giudei era di grandissimo scandalo che donne potessero parlare in pubblica piazza. Quindi, alla Pentecoste non si trattava né delle donne, né dei 120 credenti maschi, che non potevano essere definiti tutti come «Galilei»; si trattava perciò solo dei dodici apostoli del Signore. Furono loro, soltanto loro, a ricevere lo spirito santo sotto forma di lingue di fuoco.

© 2015 Discepoli di Yahshua | Made with love.
Top
Follow us:                        
Translate »