Open/Close Menu IO SONO LA VIA LA VERITA' E LA VITA Giov. 14:6

acqua-etiopeL’insegnamento della Bibbia in merito, al battessimo bene leggiamo Matteo 28:19 leggiamo: …Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo…

Sono parole dette da Yahshua (Gesù), vi dico un secco NO!!! Infatti, alcuni traduttori riconoscono esplicitamente che questa espressione non è in armonia con la Scrittura, che parla solo del battesimo amministrato, solo nel nome di Gesù, e così, in una versione cattolica:

La Bibbia di Gerusalemme, in una nota in calce dice:

«È possibile che questa formula risenta, nella sua precisione, dell’uso liturgico stabilitosi più tardi nella comunità primitiva. Si sa che gli Atti parlano di battezzare “IN NOME DI GESÙ” (Cf. At. 1:5; 2:38)…».

Università Cattolica d’America di Washington, 1923, Studi sul Nuovo Testamento – n. 5: Il comando del Signore di battezzare. Indagine storico-critica. Pag. 27. Di Bernard Henry Cunco. “I passi degli Atti e le Lettere di san Paolo. Questi passi sembrano indicare la prima forma, come il battesimo nel nome del Signore. È possibile conciliare questi fatti con la convinzione che Cristo comandò ai suoi discepoli di battezzare nella formula trinitaria? Se Cristo avesse dato un comando del genere, la Chiesa Apostolica sarebbe stata spinta ad eseguirlo, e dovremmo avere qualche traccia di questa obbedienza nel Nuovo Testamento. Ma non se ne trova nessuna traccia. L’unica spiegazione di questo silenzio, secondo la visione anti-tradizionale, è che questa breve cristologica formula (NEL NOME DI GESÙ) era quella originale, mentre la più lunga formula trinitaria fu uno sviluppo successivo”.

Encyclopedia Britannica, Edizione XI.

Vol. 3, Pagine 365-366. – “La formula battesimale è stata cambiata da nel nome di Gesù Cristo alle parole Padre, Figlio e lo Spirito Santo dalla Chiesa cattolica nel 2° secolo”. Vol. 3 Pagina 82 – “Ovunque nelle più antiche fonti si afferma che il battesimo ha avuto luogo nel nome di Gesù Cristo”. Enciclopedia Cattolica, 1913 Vol. 2, Pagina 365.Qui il Cattolicesimo riconosce che il battesimo è stato modificato dalla Chiesa cattolica.

Eusebio di Cesarea testimonia.

Eusebio di Cesarea (265-340 d. C.), vescovo e famoso storico, aveva diretto la Biblioteca di Panfilo di Antiochia e, quindi, conosceva bene gli scritti evangelici del primo secolo, fra cui le prime copie manoscritte del Vangelo di Matteo. Nella sua opera Prova Biblica (pagina 1 52) scrisse che Gesù Cristo aveva detto ai discepoli: “Andate, dunque, e fate discepoli da tutte le nazioni nel mio nome…”.

Atti 2:38 – Pietro apostolo disse agli Israeliti: «Ravvedetevi, e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo (Yahshua il Messia), per il perdono dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo».

Come è generalmente risaputo, i vangeli e le lettere degli apostoli scritti prevalentemente in ebraico e aramaico furono messi in circolazione nelle chiese e comunità locali giudaico–cristiane. La loro prima raccolta come canone nel Nuovo Testamento greco era già l’opera di uomini provenienti dal paganesimo e inclini all’idea di una Trinità. Questa realtà si fa sentire chiaramente dalla lettura. Ancora oggi, in molte traduzioni, c’è perfino un’aggiunta nella prima lettera dell’apostolo Giovanni, capitolo 5.

La Sacra Bibbia di Lutero (Edizione 1968) annota a piè di pagina: «Le altre parole scritte nei versetti 7 e 8 di precedenti edizioni della Bibbia: ‹Poiché tre son quelli che rendon testimonianza nel cielo: il Padre, la Parola, e lo Spirito Santo; e questi tre sono unoNON SI TROVANO NÉ NEI MANOSCRITTI DEL TESTO GRECO NÉ NELLA PROPRIA TRADUZIONE DI LUTERO».

Nel «Novum Testamentum Graece et Latine» di Nestle, in una nota a piè di pagina, è riportata la versione originale di Matteo 28:19 come lo stabilì il padre della Chiesa Eusebio:«En to onomati mou» = «dentro il Mio Nome». La stessa osservazione sta nel «Greek New Testament», Second edition, 1954, London, Bible House. L’ordine di battezzare con questa formula: «…battezzandoli dentro il Mio Nome» avrebbe escluso fin dal principio ogni errore e ogni interpretazione successiva. Tuttavia, Matteo 28:19 può rimanere com’è, perché sappiamo che «Padre, Figlio e Spirito Santo» non sono nomi, ma definizioni, e che il credente deve essere battezzato nel Nome (al singolare), cioè nel Nome del Patto del Nuovo Testamento in cui Dio quale Padre si è rivelato nel Figlio e per mezzo dello Spirito Santo, che è: Signore Gesù Cristo. In un modo o nell’altro rimane così: «En to onomati mou» = «dentro il Mio Nome».

In diverse pubblicazioni si mette in dubbio non soltanto l’azione generalmente praticata fino a oggi, ma anche l’ordine del battesimo con la formula trinitaria di Matteo 28:19. Il dott. Karlheinz Deschner scrive: «Gesù non conosceva alcuna Trinità. L’ordine di battezzare messo in bocca al “Risorto” ‹nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo› VIENE DESIGNATO DA UN PROFONDO STUDIO CRITICO COME FALSIFICAZIONE» (Abermals krähte der Hahn). Quasi tutti gli storici della Chiesa che hanno fatto profonde ricerche attribuiscono questa formulazione agli ecclesiastici trinitari. Vogliamo continuare ad accettare che dottrine estranee vengano presentate come bibliche, nonostante non vengano confermate nella Sacra Bibbia? Bisogna ancora considerare valido quel che viene presentato come «cristiano», ma che non proviene da Cristo e non ha alcun rapporto con Lui? Possiamo definire «apostolico» qualcosa di cui gli apostoli non sapevano proprio nulla? Davanti a Dio vale soltanto quel che la Sacra Scrittura dice in modo vincolante, e non quel che è stato proclamato nei Concili, durante la storia dei dogmi e che è stato trasmesso in leggende. La pratica del battesimo trinitario risultò dalla dottrina delle «tre Persone»; in altri termini, dal fraintendimento dell’ordine del battesimo fu dedotta la dottrina delle «tre Persone». Entrambe sono estranee alla Sacra Bibbia e alla pratica apostolica.

Altre scritture dove i Discepoli battezzavano

esclusivamente nel nome di Yahshua il Messia

Atti 8:16 «Erano soltanto battezzati nel nome del Signor Gesù».
Atti 10:48 – «E comandò che fossero battezzati nel nome di Gesù Cristo».

Atti 19:5 – «Udito questo, furono battezzati nel nome del Signor Gesù».
Romani 6:3-4 – «O ignorate voi che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte? Noi siamo dunque stati con Lui seppelliti mediante il battesimo nella sua morte, affinché, come Cristo è risuscitato dai morti, mediante la gloria del Padre, così anche noi camminassimo in novità di vita».

Galati 3:27 «Voi tutti che siete stati battezzanti in Cristo (nel Messia) vi siete rivestiti di Cristo (del Messia)».

Perché il battesimo deve essere amministrato (e ricevuto) nel nome di Gesù Cristo? Semplicemente perché Egli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me» (Giovanni 14:6). Quindi, è Lui il nostro redentore, il nostro mediatore e la nostra vita. E solo per mezzo di Lui si può arrivare a Dio. È scritto: «In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome (Yahshua il Messia) che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati» (Atti 4:12).

La Scrittura dice che un solo Battesimo leggiamolo in Efesini 4:5 V’è un solo Signore (Traduzione esatta: SOPRANO), una sola fede, un solo battesimo…

Dunque il battesimo fatto, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo detto in Matteo 28:19 è completamente errato, perché come abbiamo visto, Yahshua mai ha pronunciato quelle parole, sono versetti aggiunti falsamente, è in più come abbiamo visto, queste parole sono in contrasto con l’operato degli apostoli perché Pietro e Paolo battezzavano solo ed esclusivamente nel nome di Yahshua. Forse gli stessi apostoli, sono falsi, hanno disubbidito a Yahshua, al suo comandamento?

Ed infine abbiamo, una copia del vangelo di Matteo che conservata fino ad oggi grazie ad un saggio ebreo 15°secolo chiamato: “Israel Shem Tov ben Shaprut”.

Che in Matteo 28:19 dice cosi: Andate e insegnate tutte le cose che vi, ho comandato per sempre.

Traduzione in spagnolo versione: Traducción Kadosh Israelita Mesiánica DE ESTUDIO

(in spagnolo) Por lo tanto, vayan a hacer talmidim a gente de todas las naciones, dándoles la inmersión en Mi Nombre. (in italiano) Quindi andare fate talmidim (discepoli) di tutte le nazioni, immergendoli nel mio Nome.

A VOI STESSI LA CONCLUSIONE, SHALOM!

© 2015 Discepoli di Yahshua | Made with love.
Top
Follow us:                        
Translate »