Open/Close Menu IO SONO LA VIA LA VERITA' E LA VITA Giov. 14:6

sangueQuesto risulta essere un argomento abbastanza discusso specie per alcune religioni.

Nel pieno rispetto della coscienza altrui diciamo che, LA BIBBIA NON VIETA LE TRASFUSIONI DI SANGUE.  Sia nel Vecchio che nel Nuovo Testamento L’onnipotente Elohim Yahweh proibisce di mangiare il sangue: Levitico 17:10-14 (Versione RVIC 2000 versione italiana) Se qualcuno della casa d’Israele o degli stranieri che dimorano fra di loro mangia qualsiasi specie di sangue, io volgerò la mia faccia contro la persona che mangia sangue e la sterminerò di mezzo al suo popolo. Poiché la vita della carne è nel sangue, io ve l’ho dato per fare l’espiazione per le vostre vite sull’altare, perché è il sangue che fa l’espiazione mediante la vita che è in esso. Per questo ho detto ai figli d’Israele: “Nessuno fra di voi mangerà sangue; neppure lo straniero che dimora in mezzo a voi mangerà sangue”. E se qualcuno dei figli d’Israele o degli stranieri che dimorano in mezzo a loro prende alla caccia una bestia o un uccello che si può mangiare, ne verserà il sangue e lo coprirà di terra; poiché la vita di ogni carne è il suo sangue, con la vita che è in esso. Perciò, io ho detto ai figli d’Israele: “Non mangerete il sangue di nessuna specie di carne, poiché la vita di ogni carne è nel suo sangue. Chiunque ne mangerà sarà sterminato”.

Genesi 9:3-4 (Versione RVIC 2000 versione italiana) Tutto ciò che si muove e ha vita vi servirà di cibo; io vi do tutto questo, come vi ho dato l’erba verde. Ma non mangerete carne con la sua vita, cioè con il suo sangue.

NEL NUOVO TESTAMENTO È SCRITTO

Atti 15:28-29 «È parso bene allo Spirito Santo e a noi di non imporvi altro peso all’infuori di queste cose, che sono necessarie: di astenervi dalle carni sacrificate agli idoli, dal sangue, dagli animali soffocati, e dalla fornicazione; da queste cose farete bene a guardarvi. State sani».

Per l’azione del mangiare, nella Legge mosaica è stato usato il verbo akal, che significa “mangiare”, cioè introdurre cibo dalla bocca. Per cui, non mangiare sangue significava: non ingerire sangue. Nel Nuovo Testamento, in Atti 15:20,28-29, siccome vengono vietate ai credenti diverse pratiche pagane usando lo stesso verbo, è stato usato il verbo greco apechestai, che significa astenersi. Infatti, è scritto di «astenersi dalle carni sacrificate agli idoli, dal sangue, dagli animali soffocati e dalla fornicazione».

Ovviamente, non poteva essere usato il verbo mangiare, in greco: paghein, perché se è letteralmente possibile mangiare le cose sacrifi-cate, le cose soffocate e il sangue, non è però possibile mangiare la fornicazione. Così, per proibire tutte queste cose in un’unica frase, fu usato un verbo adatto, quale è appunto il verbo astenersi.

Quindi, è evidente che astenersi dal sangue significa non mangiare sangue, come astenersi dalla fornicazione significa non commettere fornicazione. PERCIÒ, COLORO CHE VOGLIONO FAR CREDERE CHE NEL CASO DEL SANGUE IL VERBO ASTENERSI COMPRENDA IL DIVIETO DELLE TRASFUSIONI, SONO IN GRANDE ERRORE. Equiparano erroneamente il mangiar sangue alla trasfusione di sangue, non distinguendo la funzione delle due attività.

 

DIFFERENZA FRA LA TRASFUSIONE E IL MANGIARE

La trasfusione Il mangiare
1) È una terapia medica. 1) È l’ingestione di cibi.
2) È praticata in casi eccezionali,

solo per salvare una vita.

2) Bisogno quotidiano (più volte

al giorno), nulla di eccezionale.

3) Nella trasfusione il paziente

non gusta il sangue che riceve

e non prova piacere, ma dolore

3) Nel mangiare si gustano i cibi,

si sentono gli odori e si prova

grande piacere.

4) Il paziente desidera che la

trasfusione finisca subito.

4) Chi mangia non vorrebbe

mai smettere!

5) Chi riceve una trasfusione è in

uno stato d’ansia e sofferenza.

5) Chi mangia è in uno stato di

rilassamento e soddisfazione.

6) Chi non fa una trasfusione

necessaria rischia la vita.

6) A chi salta un pasto,

non succede nulla.

DUNQUE, LA DIFFERENZA FRA TRASFUSIONE E MANGIARE È ENORME!

Ed è evidente che il divieto riguardo al sangue non riguarda la terapia medica, ma il mangiare il sangue come alimento. Infatti, il sangue trasfuso nella terapia medica non è un piatto da gustare, ma un farmaco che ha la funzione di curare, di guarire un malato. Mentre il sangue che si mangia a tavola è un alimento, una pietanza. Ed è quest’ultima pratica che la Bibbia vieta. Ad esempio: un conto è fare uso di droghe per vizio, un altro conto è l’uso di farmaci, contenenti droghe, per terapia medica. Nel primo caso le droghe sono un mezzo di contaminazione del corpo, nel secondo caso sono farmaci. NEL PRIMO CASO L’USO È PECCAMINOSO, NEL SECONDO NO. Inoltre, gli scienziati affermano che non si tratta di “mangiare” sangue quando il sangue entra nel corpo attraverso le vene perché il sangue che è trasfuso nelle vene funziona come un organo del corpo e semplicemente sostituisce il sangue perso durante una operazione o un infortunio. Il corpo non digerisce il sangue, perciò non c’è alcun collegamento con la politica biblica di non mangiare il sangue animale. Chiarito che la Bibbia non vieta affatto le trasfusioni, chiariremo ora perché l’onnipotente Elohim Yahweh vieta di mangiare sangue:

1) perché, come è scritto in Levitico 17:11 «Poiché la vita della carne è nel sangue». Infatti, il sangue è per eccellenza il veicolo di vita delle creature animali ed umane.

2) per salvaguardare il corpo dai pericoli di infezioni a causa di elementi e microrganismi dannosi contenuti in modo particolare nel sangue di animali malati (NON DIMENTICHIAMO ANCHE CHE IL SANGUE È… LO SPAZZINO DEL CORPO).

3) perché, sia ai tempi di Mosè che ai tempi degli apostoli, presso i popoli pagani il mangiar sangue era una pratica normale. Cosicché, l’ordine di Yahweh era (ED È) diretto ad evitare che i fedeli facessero (E FACCIANO) del sangue un alimento, come avveniva fra i pagani.

COLORO CHE CREDONO CHE YAHWEH VIETI LE TRASFUSIONI RIFLETTANO.

Se ad esempio si predica ad un malato di talassemia major, si sa che questa forma di talassemia è la più grave e richiede periodiche trasfusioni di sangue, altrimenti il paziente muore. Secondo la dottrina di alcuni, dovranno dire al malato che se vuole essere salvato da Yahweh, deve rinunciare alle trasfusioni. Il guaio è che se il malato rinuncia alle trasfusioni, muore. Se, invece, le fa e rinuncia a credere a tali dottrine, essi gli diranno che sarà distrutto da Yahweh e, quindi morirà lo stesso. In pratica il talassemico deve scegliere fra una delle due morti! UNA BELLA PROSPETTIVA, NON C’È CHE DIRE!

Siamo anche consapevoli di alcuni pericoli che potrebbe andare incontro il paziente che riceve una trasfusione (rischio epatite, e altre infezioni da trasfusione), ma allora non ci si dovrebbe neppure sottoporre a operazioni meno complicate dove non vi è bisogno di sangue, visto come è accaduto in alcuni casi potrebbe perdere la vita se non si interviene subito. Il pericolo esiste sempre come dice la bibbia l’avvenimento imprevisto capita a chiunque (Ecclesiaste 9:11). Stiamo sempre parlando di casi eccezionali dove la trasfusione rimane l’ultima possibilità per sopravvivere.

Prendiamo ad esempio ancora la bibbia e leggiamo 1 Samuele 14:24: “E gli stessi uomini d’Israele quel giorno erano proprio alle strette, eppure Saul pose il popolo sotto l’impegno di un giuramento, dicendo: “Maledetto l’uomo che mangia pane prima di sera e finché io non mi sia vendicato dei miei nemici!” E nessuno del popolo assaggiò pane.” Ma cosa accadde dopo una strenua battaglia? Leggiamo ancora il versetto 32 e 33 dello stesso capitolo “E il popolo si lanciava avidamente sulle spoglie e prendeva pecore e bovini e vitelli e li scannava per terra, e il popolo si mise a mangiare insieme al sangue. Lo riferirono dunque a Saul, dicendo: “Ecco, il popolo pecca contro Yahweh mangiando insieme al sangue” Condannò Yahweh quegli uomini che si trovarono in quella situazione estrema? Ecco la conclusione dell’avvenimento secondo la bibbia dai versetti 34,35: Dopo ciò Saul disse: “Spargetevi fra il popolo, e dovete dire loro: ‘Conducetemi, ciascuno, il suo toro e, ciascuno, la sua pecora, e dovete scannare in questo luogo e mangiare, e non dovete peccare contro Yahweh mangiando insieme al sangue. Pertanto quella notte tutto il popolo condusse ciascuno il suo toro che era nella sua mano e lì lo scannò. E Saul edificava un altare a Yahweh. Con esso egli cominciò l’edificazione di altari a Yahweh.”

NO, Yahweh non proibisce le trasfusioni, perché non è crudele e barbaro; Egli è amore e misericordia. CHI HA DUBBI O TIMORE DI PECCARE RIGUARDO ALLE TRASFUSIONI, PUÒ SEGUIRE, SENZA DUBBIO, L’ESEMPIO DEL NOSTRO MAESTRO YAHSHUA.

I Farisei accusarono i suoi discepoli perché nel giorno di riposo (sabato), strappavano le spighe per sfamarsi. Secondo loro, strappare le spighe per sfamarsi era una attività lavorativa e, dato che la Legge proibiva di sabato ogni lavoro, accusavano i discepoli di violare la Legge.

Vedi Matteo 12:1-7

Yahshua rimproverò i Farisei, dicendo loro che anche Davide e i suoi soldati, per fame, violarono la Legge, mangiando i pani consacrati che solo i sacerdoti potevano mangiare.

Cristo fece dunque capire che bisogna osservare la Legge di Yahweh SECONDO SPIRITO, AMORE, GIUSTIZIA E MISERICORDIA, e non con morbosa pedanteria letterale tale da sfociare nel bigottismo. Quindi, nella eccezionalità, al posto della Legge letterale, va applicata la Legge dell’amore. Ma attenzione, nella eccezionalità. In diversi altri casi Yahshua applicò la legge dell’amore, anziché la legge letterale, ma erano sempre casi eccezionali. Ad esempio, quando Yahshua guarì, di sabato, l’uomo dalla mano secca, suscitò le ire dei Farisei per aver svolto attività (la guarigione) nel giorno di riposo. Vedi Matteo 12:9-13.

Il Maestro li rimproverò per la loro durezza di cuore e per la loro mancanza di spirito. Dimostrò che, sebbene fosse sabato, era giusto liberare dalla sofferenza un malato, anche violando, eccezionalmente, il comandamento dell’osservanza del sabato. Infatti, Egli disse: «Il sabato è stato fatto per l’uomo, non l’uomo per il sabato» Marco 2:27

LO STESSO VALE PER LA LEGGE DI YAHWEH.

Vi è una legge che è superiore a tutte le leggi: LA LEGGE DELL’AMORE.

In Giovanni 15:12,13 leggiamo: “ Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi. Nessuno ha amore più grande di questo: dare la propria vita per i suoi amici.”

L’apostolo Paolo conosceva il pensiero di Yahshua e scrisse: «L’amore non fa male alcuno al prossimo; l’amore, quindi, è l’adempimento della legge» Romani 13:10

QUESTO È L’INSEGNAMENTO DEL MAESTRO YAHSHUA!

Anche la trasfusione, dunque, è un evento eccezionale, non voluto, nella vita di una persona. Le trasfusioni non si fanno per piacere né per abitudine. QUINDI, CONCLUDIAMO ANCORA DICENDO, CHI AVESSE DUBBI IN MERITO ALLE TRASFUSIONI O IL TIMORE DI PECCARE, SI REGOLI COME SI REGOLÒ IL NOSTRO MAESTRO YAHSHUA. Perciò, quando è inevitabile fare una trasfusione, si applichi la Legge dell’amore!!!

© 2015 Discepoli di Yahshua | Made with love.
Top
Follow us:                        
Translate »